LibreOffice 3.4.1: produttività open source

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

LibreOffice 3.4.1, una nuova release per la suite di produttività open source ben nota per le sue doti di stabilità e affidabilità

LibreOffice 3.4.1 è disponibile: la nuova versione della suite gratuita di produttività – nata da una costola di Open Office e pensata per utenti individuali e aziende – è a disposizione accanto alla precedente edizione (versione 3.3), bven nota per la sua grande stabilità e affidabilità. Nel complesso, l’ottimizzazione del codice dovrebbe infondere alla nuova versione maggiore velocità di risposta alle operazioni e minori rischi di crash.

Tra i miglioramenti in LibreOffice 3.4.1, alcune nuove funzionalità in Writer relative a font ed effetti grafici, Calc e Impress, quest’ultimo ora in grado di esportare codice HTML.

Permangono tuttavia alcune problematiche, che vedranno con tutta probabilità il loro risolversi con l’edizione 3.4.2 attesa per fine luglio. Tra queste, alcune incompatibilità con i documenti in formato MS Office 2003/XP creati con LibreOffice e aperti con MS Office 2010, e alcuni problemi di stabilità in nel caso si utilizzino le formule.

La nuova strategia relativa a LibreOffice prevede il rilascio costante di due edizioni parallele: una adatta alle esigenze degli utenti più avanzati – che desiderano mettere mano alle nuove funzionalità (la famiglia 3.4 in questo caso) – e una dedicata alle aziende o ai privati più cauti, che prediligono rispetto alle nuove funzionalità, stabilità e affidabilità (la famiglia 3.3 in questo caso).

Come sottolineato dalla Document Foundation, «le versioni annunciate come stabili possono essere adottate senza problemi negli ambienti di lavoro, dato che i problemi possono riguardare le singole funzionalità ma non mettono a repentaglio la qualità e la sicurezza dei documenti».

LibreOffice 3.3.3 Final e Libre Office 3.4.1 Final sono disponibili attraverso la pagine dei download presente nel portale della Fondazione.