Microsoft Office 2010 è ufficialmente sul mercato

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Microsoft annuncia oggi la disponibilità a livello mondiale di Microsoft Office 2010 per il mercato delle piccole imprese, per i professionisti e per il consumer

Microsoft ha annunciato la disponibilità a livello mondiale di Microsoft Office 2010, Visio 2010 e Project 2010. La nuova release viene offerta al mondo delle piccole imprese, ai professionisti e all’utenza consumer attraverso differenti forme di acquisto, senza dimenticare le possibilità offerte dalle innovative Office Web Apps.

Tre le versioni sul mercato: l’edizione Office 2010 Home and Student, che comprende Word, Excel, PowerPoint e OneNote (139 euro), Office 2010 Home and Business (369 euro), che include anche Outlook e Office 2010 Professional (699 euro) che comprende anche Access e Publisher 2010.

Oltre alla tradizionale edizione su supporto fisico, Office 2010 risulta per la prima volta nella sua storia attivabile anche tramite Product Key Card. L’offerta è riservata a coloro che hanno trovato il pacchetto in versione dimostrativa pre-caricato all’interno di un computer acquistato di recente.

Inoltre, è possibile optare per un facile e veloce acquisto online, direttamente dal sito office.com usufruendo della tecnologia Click-to-Run, che consente di installare ed eseguire Office in pochi minuti.

Alle versioni desktop si affiancano le oramai famose Office Web Apps, attraverso le quali gli utenti avranno presto la libertà di visualizzare, modificare e condividere “on the cloud” i documenti Office 2010, tramite Windows Live SkyDrive. Infine, sul Windows Phone Marketplace è disponibile la versione mobile per tutti i telefoni Windows Mobile 6.5.

Office 2010, in congiunzione con le Office Web Apps, punta quindi fortemente sulla collaborazione, consentendo agli utenti e ai gruppi di lavoro di condividere idee e informazioni non solo attraverso il Pc ma anche Internet e i dispositivi mobili.

La speranza da parte di Microsoft è riuscire a contrastare gli applicativi di produttività online, quali Google Apps, e l’avanzare delle suite per l’ufficio gratuite, Open Office in primis.