BE IT: le novità di Windows 7 ed IE8

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Le pagine del rinnovato portale Microsoft BE IT hanno ospitato una ghiotta anticipazione su cosa il futuro Windows 7 e IE8 saranno in grado di offrire per conquistare anche l'utenza aziendale

Microsoft fa luce su Windows 7 e Internet Explorer 8 con l’anteprima virtuale sviluppatori e professionisti IT proposta dal rinnovato portale BE IT.
Numerose le novità e i miglioramenti, indirizzati in primis a soddisfare le esigenze dei CIO e dei dipartimenti IT.

Windows 7 garantirà agli utenti business una maggiore produttività: nel suo ufficio, all’interno della rete aziendale filiale in sede ed anche in viaggio. Microsoft ha infatti puntato su una funzione di ricerca unificata, in grado di rintracciare i documenti ovunque essi si trovino: sul proprio Pc, su Internet o su server aziendali.

Grazie ad una connettività mobile Direct Access (Windows 7 Enterprise), sarà più semplice connettersi alle risorse aziendali quando ci si trova fuori sede, il tutto con la massima semplicità e senza la necessità di un VPN. I dipartimenti IT saranno inoltre in grado di monitorare i pc connessi e applicarvi eventuali patch.

Altra interessante novità è costituita dalla Branch Cache, grazie alla quale vengono memorizzate le risorse più richieste direttamente nella rete locale, garantendo così un download velocizzato del materiale, anche in caso di accesso multiplo ai file.

Per quanto riguarda la Enterprise Search, inoltre, Search Federation (Win 7 Enterprise) permette di integrare le funzioni di ricerca per reperire dati porvenienti da fonti diverse, compreso SharePoint.
Con Enterprise Search Scopes, poi, i responsabili IT potranno personalizzare i link del menu Avvio con i siti preferiti.

Il nuovo Windows 7 punta inoltre sulla sicurezza e sul controllo del sistema, al fine di proteggere al meglio i dati. La funzionalità Applocker permette di proteggere Pc e infrastruttura, consentendo il controllo delle applicazioni che vi girano, permettendo di definire regole in grado di stabilire quali siano le applicazioni indesiderate e quindi non installabili.

Bill Blocker To Go (Win7 Enterprise) protegge invece i dati dischi rimuovibili, BitLocker gestisce con maggiore semplicità la criptazione anche su supporti esterni, User Account Control (UAC) ora meno invasivo dopo le polemiche passate e infine, Security Development Lifecycle per proteggere il sistema ad un livello ancor più profondo.

Anche Internet Explorer 8 vuole costituire una integrazione al sistema all’altezza delle aspettative, con performance migliorate rispetto al passato e l’introduzione del filtro SmartScreen, in grado di proteggere dai pericoli anche nel caso si consultino siti non troppo affidabili.

I Video di PMI

Ambizione Italia: il progetto Microsoft