Tratto dallo speciale:

Office 365, sulla strada dello Smart Working

di Barbara Weisz

scritto il

La piattaforma Microsoft ottimizza le esigenze di work-life balance per rispondere alle esigenze di imprese e dipendenti, sempre più attratti dallo Smart Working.

Le nuove tecnologie rendono oggi sempre più accessibile lo Smart Working, modello organizzativo che bilancia vita e lavoro senza contraccolpi per la produttività: è un po’ anche la mission della piattaforma Office 365 lanciata da Microsoft. L’evento itinerante L’ufficio a cielo aperto aiuta le PMI a toccare con mano i vantaggi delle tecnologie intelligenti in azienda, soprattutto quando c’è l’esigenza di flessibilità di luoghi e orari.

=> Speciale Smart Working

Office 365

Office 365 unisce i vantaggi del Cloud a quelli della Mobilità. L’ultima versione consente di utilizzare – su un massimo di cinque dispositivi – i programmi della suite Office, strumenti social ( SharePoint e Yammer). messaggistica istantanea e voce (Lync e Skype).La roadmap delle versioni business sarà resa pubblica sulla pagina web di Office 365, in modo che le aziende possano conoscere in anticipo gli aggiornamenti in arrivo. E’ anche stato lanciato un nuovo programma, First Release, che offre alle aziende la possibilità di sperimentare in anticipo i principali miglioramenti di Office 365, SharePoint Online ed Exchange Online. Dunque, una piattaforma che, come sintetizza Vieri Chiti, direttore Office di Microsoft, vuole abilitare:

«lo Smart Working, offrendo una risposta alle esigenze sia delle aziende sia dei dipendenti, in linea con gli attuali trend che stanno rivoluzionando il mondo del lavoro».

=> Professionisti sempre più Mobile Workers

Più produttività

Lo Smart Working è motivante: il 92% dei lavoratori si sente più produttivo, il 91% di maggior successo, l’85% più collaborativo, il 75% più focalizzato. In base a una ricerca Microsoft, infatti, questo modello piace soprattutto ai dipendenti: il 57% vorrebbe lavorare anche da casa, il 52% anche per più ore in cambio di maggiore flessibilità.

Del resto, lo Smart Working è una realtà: il 45% lavora durante il tragitto casa-ufficio, il 27% mentre mangia, il 25% mentre guarda la televisione. Il 12% dei genitori lavora anche partecipando a eventi o attività dei figli e nel 67% dei casi, ci si ritiene in grado di farlo da aeroporti, treni, bar o parchi. Quali sono le attività che più frequentemente vengono svolte fuori dalll’ufficio? Lettura e risposta email (62%), scrittura ed elaborazione testi (50%), condivisione di documenti e collaborazione (33%), analisi delle informazioni (49%).

Le esigenze fondamentali di chi lavora sono: l’accesso ai documenti da qualunque posto (59%) e da qualunque dispositivo (42%), la sicurezza dei dati (47%).

I Video di PMI

Servizi online della PA: credenziali di accesso