Android Dev Phone 1: nuove prospettive di sviluppo per l’HTC T-MobileG1

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Google renderà disponibile a un costo competitivio il suo HTC T-Mobile G1, primo telefonino al mondo basato su tecnologia Android. Unico vincolo: essere sviluppatori e registrarsi al sito di Android

Google vuole spingere sul mercato lo sviluppo dello smartphone HTC T-Mobile G1. Per questo ha reso acquistabile in versione sbloccata Android Dev Phone1, ma solo per gli sviluppatori software regolarmente iscritti al sito Android Market.

La registrazione ha un costo di 25 dollari e permetterà l’acquisto di uno smartphone a 399 dollari, con spedizione gratuita nel caso di residenza USA.

Per ora l’occasione è raggiungibile da 18 paesi sparsi in tutto il mondo, dai quali è però esclusa l’Italia. Nello specifico i mercati aperti sono quelli degli Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Giappone, India, Canada, Francia, Taiwan, Spagna, Australia, Singapore, Svizzera, Paesi Bassi, Austria, Svezia, Finlandia, Polonia e Ungheria. Tuttavia sembra che questo elenco debba essere rivisto, aggiungendo paesi inizialmente rimasti scoperti.

La caratteristica più interessante di questa versione Android Dev Phone1 è che questi dispositivi saranno svincolati dai contratti con qualsiasi operatore telefonico e disporranno di un firmware modificabile.

Il tentativo di Google è evidente: tentare di incoraggiare gli sviluppatori nel miglioramento di questa piattaforma, con l’obiettivo futuro di togliere mercato ad altri dispositivi che al momento sembrano irraggiungibili, iPhone compreso.