Tratto dallo speciale:

Voice banking, Banca Sella apripista

di Redazione PMI.it

scritto il

Il progetto di open innovation di Banca Sella e Vidyasoft che apre le porte al voice banking: i servizi ai quali è possibile accedere interagendo con il sistema mediante la propria voce.

L’evoluzione tecnologica investe tutti i settori senza eccezioni, e quello bancario è uno dei più dinamici vista la necessità di adeguarsi alle esigenze degli utenti e rimanere competitivo.

Una delle novità più interessanti è il voice banking, che permette di controllare il proprio conto corrente bancario interrogando il sistema mediante “a voce”, interagendo con l’assistente vocale domestico, senza bisogno di autenticarsi digitando le apposite credenziali.

A renderlo disponibile per la prima volta in Italia è Banca Sella grazie alla collaborazione con Vidyasoft, startup specializzata nel settore IoT, seguita passo dopo passo da SellaLab.

Il voice banking di Banca Sella

La soluzione fintech di open innovation nata da questa partnership consente di controllare a voce solo l’estratto conto e gli ultimi cinque movimenti, ma presto sarà possibile anche disporre ricariche telefoniche o per le carta di credito.

La startup spiega:

Il nostro sistema di voice banking si espanderà presto con nuove funzionalità e opzioni, per garantire un’esperienza sempre aggiornata agli utenti e permettere loro di integrare in maniera sempre più fluida e naturale l’interazione con la propria banca nella vita quotidiana.