Obbligo e-fattura: la web App di Aruba

di Redazione PMI.it

scritto il

In vista dei nuovi obblighi di fatturazione elettronica, Aruba propone una nuova applicazione web per la gestione delle e-fatture B2B e B2C conformi con la normativa di riferimento.

L’obbligo di fatturazione elettronica, già in vigore dal 2015 per prestatori e fornitori della Pubblica Amministrazione, verrà esteso a tutte le partite IVA, esclusi minimi e forfettari, per effetto delle disposizioni contenute nella Legge di Bilancio 2018. Dunque tutte le partite IVA coinvolte dovranno trasmettere fatture utilizzando un servizio di fatturazione elettronica che risponda ai requisiti della normativa.

Fatturazione elettronica via web

In vista dell’entrata in vigore del nuovo obbligo normativo, Aruba Spa propone un nuovo servizio di fatturazione elettronica, un’applicazione web che permette di gestire il processo di generazione, trasmissione e conservazione di fatture, parcelle, note di credito e debito, acconti e anticipi, in linea con quanto previsto dalla normativa di riferimento.

Il servizio di fatturazione elettronica di Aruba consente di gestire in piena autonomia l’intero processo di fatturazione, sia verso professionisti dotati di partita IVA (fatturazione elettronica B2B), che verso Pubbliche Amministrazioni e consumatori finali (fatturazione elettronica B2C) offrendo, oltre ai vantaggi conseguenti alla dematerializzazione della procedura di fatturazione:

  • la possibilità di personalizzare il servizio, gestendo manualmente la maggior parte delle impostazioni;
  • garanzia di conformità: grazie all’integrazione con il sistema informatico dell’Agenzia delle Entrate, la generazione e l’apposizione della firma digitale, la marcatura temporale sui documenti, il transito e la successiva conservazione della fattura sono automatiche e rispondono ai criteri dettati dalla normativa di riferimento.

Il costo del servizio parte da 25 euro l’anno, IVA esclusa, e comprende 1GB di spazio per conservare più di 100.000 fatture,
ampliabile in ogni momento, a seconda delle proprie necessità.

Obbligo e-fattura: scadenze

Le prossime scadenze da ricordare, in tema di obbligo di e-fattura sono quelle che vedono coinvolti per primi i subappaltatori della PA (1 luglio 2018), quindi i professionisti che effettuano cessioni in ambito tax free shopping a visitatori non residenti nella Comunità Europea  per fatture di importo superiore ai 155 euro (1° settembre 2018) e, infine, gli operatori della filiera dei carburanti e tutte le partite IVA ad esclusione dei soggetti in regime dei minimi e forfettario (1° gennaio 2019).