Symbian^3 sfida la concorrenza con il multitasking

di Emanuele Menietti

scritto il

Symbian Foundation ha da poco presentato una nuova versione della propria piattaforma. Symbian^3 promette prestazioni migliori, anche sul fronte della grafica, e una serie di soluzioni per il multitask

Non sembra conoscere sosta il fermento intorno alle piattaforme concepite per animare gli smartphone. Dopo aver dato spazio all’atteso arrivo di Windows Phone 7 Series, il Mobile World Congress in corso a Barcellona ha da poco accolto Symbian^3 (S^3), la nuova edizione del sistema operativo per telefoni cellulati sviluppato dalla community della Symbian Foundation. La nuova versione giunge ad alcuni giorni di distanza dalla conversione della piattaforma, ora dotata di una licenza completamente open source.

«S^3 sarà completo entro la fine del primo trimestre e il rilascio comprenderà: migliorie sul fronte dell’usabilità e dell’interfaccia, networking più veloce, accelerazione grafica 2D e 3D per giochi e applicazioni, supporto HDMI, integrazione con gli store musicali, interfaccia utente più semplice da utilizzare e con supporto per il multitouch, schermata iniziale maggiormente completa, possibilità di utilizzare più applicazioni contemporaneamente» si legge nel comunicato da poco diffuso dalla Symbian Foundation.

Le nuove caratteristiche introdotte nella versione S^3 dovrebbero dunque consentire alla piattaforma di compiere un importante passo in avanti, recuperando almeno in parte il terreno perso nei confronti della concorrenza. La schermata iniziale offerta dal sistema è stata sensibilmente rivista per allinearsi a quanto reperibile sulle soluzioni dei concorrenti. Sfruttando il multitouch, S^3 offre la possiblità di accedere rapidamente alle applicazioni e ai contenuti dalla schermata principale, riducendo il numero di passaggi per ottenere le funzionalità e i dati desiderati. Un sistema di gestione dei widget rende, inoltre, meno macchinosa la selezione dei piccoli applicativi da mantenere sempre attivi per ottenere informazioni sul meteo, notizie o gli aggiornamenti provenienti dai social network.

Gli sviluppatori della nuova versione della piattaforma hanno poi prestato particolare attenzione alle prestazioni, ottimizzando la memoria messa a disposizione dai dispositivi compatibili. Il Writeable Data Paging consente di utilizzare più applicazioni contemporaneamente senza compromettere stabilità e performance dei terminali. La possibilità di sfruttare il multitasking potrebbe rivelarsi uno dei punti di forza del nuovo S^3, specie alla luce delle soluzioni concorrenti oggi sul mercato che raramente consentono di avviare più applicazioni contemporaneamente per ragioni di hardware e per prolungare la durata media delle batterie. L’adozione del multitask potrebbe, inoltre, rendere i dispositivi dotati di S^3 maggiormente appetibili da parte degli utenti del comparto business, alla ricerca di soluzioni performanti per la produttività in mobilità.

Il nuovo Symbian sarà anche in grado di sfruttare al meglio l’accelerazione hardware per offrire immagini in 2D e 3D di qualità. La nuova soluzione adotta lo standard OpenGL ES che dovrebbe consentire una migliore resa grafica, senza compromettere le prestazioni complessive dei terminali. S^3 potrebbe così rivelarsi maggiormente competitivo rispetto alla versione precedente sul fronte dell’intrattenimento, offrendo agli utenti maggiori potenzialità per la visione dei video e l’utilizzo dei videogiochi compatibili con la piattaforma. La presenza del supporto HDMI consentirà, inoltre, di collegare gli smartphone dotati di S^3 al televisore per visualizzare i contenuti ad alta definizione su uno schermo più ampio.

Il comparto multimediale sarà completato dalla presenza di alcune nuove soluzioni per la gestione e l’acquisto dei brani musicali. La nuova piattaforma offrirà una maggiore compatibilità con i principali store di musica online e, nel caso di terminali dotati di ricevitore radio, consentirà di identificare i brani in onda e di procedere all’acquisto degli stessi attraverso pochi semplici passaggi.

«S^3 è un’ulteriore pietra miliare nell’evoluzione della nostra piattaforma. Essendo ora totalmente open source, la porta è aperta per i singoli collaboratori, per i creatori di dispositivi e per gli sviluppatori di società di terze parti, così come per le organizzazioni, e ciò consente di creare un maggior numero di prodotti e servizi rispetto a prima. Abbiamo registrato uno slancio significativo quando abbiamo realizzato S^2 con società come Sun, Nokia, Ixonos, Comarch e Accenture che ora hanno contribuito alla realizzazione di S^3. Confidiamo di poter sfruttare questo slancio e di rimanere in corsa per la realizzazione di S^4 più avanti durante l’anno in corso» ha dichiarato con orgoglio Lee M. Williams, direttore esecutivo della Symbian Foundation.

Salvo cambiamenti di programma, i primi terminali equipaggiati con S^3 giungeranno sul mercato a partire dal terzo trimestre dell’anno in corso. La nuova piattaforma dovrebbe consentire ad alcuni produttori come Nokia di rilanciare la propria offerta nel fecondo comparto smartphone, offrendo ai consumatori nuovi dispositivi con funzionalità avanzate in grado di sostenere la concorrenza delle soluzioni basate su sistemi alternativi come Android, iPhone OS e in futuro Windows Phone 7 Series.