Monster.com: a rischio 1,3 milioni di account

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Sono 1,3 milioni gli account coinvolti nella più grave violazione dei sistemi di sicurezza del colosso Monster.com. Qualcosa di analogo era già accaduto nel 2007. Ancora non si hanno dati certi

Attacchi alla sicurezza e furto di dati sono all’ordine del giorno? Anche le grandi aziende patiscono gli attacchi informativi, forse a causa agevolati dalla mancanza di sistemi di difesa efficaci.

Questa volta è il caso di Monster.com, che deve confrontarsi con una violazione che coinvolge i dati di circa 1,3 milioni di account utente.

La società non è purtroppo nuova a queste vicende. Già nel 2007 accadde qualcosa di analogo, ma questa volta l’entità del problema potrebbe essere di gran lunga superiore.

La società ha aperto un’indagine sull’accaduto, e per il momento non ritiene opportuno divulgare stime sulla reale dimensione del problema.

Le uniche comunicazioni ufficiali riguardano assicurazioni sull’assenza di dati finanziari e altri informazioni della stessa sensibilità.

Tuttavia, potrebbero essere stati compromesse e diffuse informazioni generiche tipo password e ID utente di Monster, indirizzi email, nomi, numeri telefonici.

I curriculum di tutti gli utenti, invece, non dovrebbero essere finiti nelle mani degli avventori…

Monster.com invita gli utenti a prendere provvedimenti autonomi per evitare il peggio, in primis sostituendo la propria password personale di accesso ai servizi del sito.