Banda larga e diffusione delle IBS, una ricerca ThinkTel

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Una ricerca di ThinkTel ha analizzato un campione di 1.003 PMI di ogni settore, per fare il punto della situazione sulla diffusione delle applicazioni IBS e della banda larga

La spinta innovativa offerta dalle nuove tecnologie induce piccole e medie imprese a dotarsi di prodotti e soluzioni all’avanguardia in ambito software e connettività.

A che punto siamo quindi in termini di diffusione della banda larga e dei sistemi IBS? La risposta a questa domanda ha cercato di darla ThinkTel con una ricerca che ha focalizzato la sua attenzione sulle imprese con un numero di dipendenti compreso tra 10 e 250.

Il primo step è stato quello di suddividere il campione delle PMI in quattro macro gruppi a seconda del contributo dall’utilizzo di queste soluzioni per quanto riguarda i ricavi e i costi dell’azienda.

In questo modo il sondaggio si è raffinato permettendo di avere una granularità maggiore dei risultati.

L’analisi complessiva ha mostrato due risultati diversi per i due aspetti trattati. In particolare la banda larga ha dimostrato essere ampiamente diffusa e ha conferito alle PMI vantaggi non indifferenti. Ad esempio si è notata una forte riduzione dei costi, maggiore produttività individuale e aumento dell’efficienza complessiva.

Le soluzioni IBS, ossia quelle applicazioni come il commercio elettronico, il customer relationship management o l’acquisto delle materie prime tramite Internet, seppur avendo una diffusione intorno al 45% del campione, si attestano in una posizione di retroguardia rispetto alla situazione europea.

Ad ogni modo, il gap da colmare sarà in relazione ad aziende tedesche, inglesi, francesi e spagnole.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!