Smart City e innovazione digitale

di Teresa Barone

scritto il

Nuove intese per lo sviluppo di servizi innovativi a favore di cittadini, imprese e PA in ottica Smart City.

È stato firmato a Palermo un protocollo d’intesa per la creazione di servizi innovativi in ambito Smart City e di soluzioni digitali volte a favorire cittadini e imprese, rendendo semplificata la realizzazione degli obiettivi dell’Agenda Digitale.

L’intesa ha coinvolto il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo Fabrizio Micari e il Country Manager di NetApp Italia, Marco Pozzoni. L’accordo prevede anche lo sviluppo di nuove tecnologie Cloud e di sicurezza informatica e la creazione di un Centro di Competenza per lo sviluppo di nuove piattaforme digitali e per il trasferimento tecnologico al territorio.

I servizi promossi riguarderanno la mobilità sostenibile, l’efficienza energetica, l’inclusione sociale e l’e-government. Un Data Center di nuova generazione potenziato grazie alle tecnologie per la gestione dei dati di NetApp, potenziato per archiviare e gestire in completa sicurezza dati e informazioni, componenti IoT (Internet of Things) e servizi in Cloud.

Le informazioni e i servizi relativi alla PA saranno resi disponibili anche ai Comuni dell’hinterland coinvolti nel progetto PON Metro Città di Palermo, ai cittadini, alle imprese e ad altre PA.

Il Comune di Palermo – ha dichiarato il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando – intende proseguire sul cammino intrapreso da anni di innovazione dei servizi digitali a beneficio del territorio e dei cittadini. La sottoscrizione del presente Accordo è un’occasione per accelerare il processo di digitalizzazione della pubblica amministrazione, ma anche di stimolo all’insediamento sul territorio di nuove imprese e/o allo sviluppo di quelle già esistenti, grazie alle sinergie che potranno crearsi con l’Università di Palermo e con NetApp.

Il progetto, infine, si basa anche sullo sviluppo di competenze ICT e di sicurezza digitale del personale della Pubblica Amministrazione, nonché sulla creazione di un Centro di Competenza con laboratori aperti a personale specializzato per consentire agli studenti universitari e alle imprese di sviluppare nuove applicazioni e servizi per la PA.