Isernia, Polizia Postale blocca il phishing

di Marianna Di Iorio

scritto il

Con un'operazione anti-phishing, denominata "catenaccio", la Polizia Postale di Isernia ha bloccato, con 4 denunce, alcune azioni di phishing

Il phishing dilaga ormai in tutta Italia. Proprio oggi, la Polizia Postale e delle Comunicazioni di Isernia ha reso noto di aver concluso un’operazione anti-phishing denominata “catenaccio”.

Nell’ambito dell’operazione sono state denunciate in tutto quattro persone, residenti rispettivamente nelle province di Isernia, Milano, Modena e Roma. L’accusa? Essere entrati abusivamente in conti correnti con servizio di home banking e riciclaggio.

Le indagini sono scattate grazie alla collaborazione di alcuni cittadini che hanno notato strani movimenti sui propri conti bancari online. Totale della refurtiva: circa 50mila euro.

Gli accessi abusivi sono stati resi possibili grazie ad una serie di messaggi di posta elettronica da parte del presunto istituto di credito. Gli ignari utenti, non sapendo che si trattasse di un falso, hanno fornito i loro codici di accesso, garantendo così via libera agli esperti criminali.

Individuati i criminali e i PC da dove erano partite le azioni di phishing, l’operazione conclusa dalla Polizia Postale ha reso possibile la restituzione di tutto il denaro sottratto.