UK: scuole, non passate a Vista!

di Marianna Di Iorio

scritto il

È questa la raccomandazione che giunge dalla British Educational Communications and Technology Agency del Regno Unito. Il motivo? Un costo per il passaggio troppo elevato

Le scuole britanniche non dovrebbero passare a Windows Vista e Office 2007. È questo il monito che giunge dalla British Educational Communications and Technology Agency del Regno Unito. La stessa agenzia supporta l’uso dello standard internazionale ODF (Open Document Format) per la gestione dei file.

Alla base di questa raccomandazione ci sarebbe una motivazione puramente economica: il passaggio risulterebbe troppo caro, oltretutto se paragonato ai reali benefici che si potrebbero ottenere in seguito.

In particolare, il costo per aggiornare le scuole britanniche raggiungerebbe la quota di 175milioni di sterline (circa 350milioni di dollari). Solo un terzo di questa somma andrebbe direttamente a Microsoft, affermano dall’agenzia. Il resto, invece, sarebbe speso per modificare l’intero apparato hardware.

E, mentre l’agenzia spinge per la diffusione dei software open source, il governo inglese punta a garantire l’accesso alla banda larga tra gli studenti delle scuole pubbliche.

È nei piani del governo, infatti, dotare qualsiasi studente della scuola inglese di una connessione a banda larga, direttamente dalla propria abitazione. Lo ha annunciato il Ministro dell’educazione Jim Knight.

«Dobbiamo trovare un modo di rendere l’accesso universale, altrimenti non sarà mai equo. Più di un milione di ragazzi, e le rispettive famiglie, non ha accesso a un computer in casa», ha affermato il Ministro.