Mi chiamo virgola e sono un gattino

di Gianluca Rini

scritto il

Un bel post su Webnews mi fa riflettere sull’evoluzione dei dialer. Li ricordate? Quei simpatici programmini che facevano arrivare bollette da milioni di lire (o migliaia di euro). Oggi scomparsi, infatti non se ne vedono più (almeno non come prima vista la quasi scomparsa dei modem 56K), nella forma in cui hanno fatto gli esordi.

Arrivata la pace? No, come mette in rilievo anche Giacomo sull’altro post, questi simpaticoni di creatori si sono “evoluti”. Non colpiscono più l’utente poco esperto di Internet ma i ragazzi indifesi davanti la TV. Sia chiaro che reputiamo il servizio regolare (non viola nessuna legge) ma certamente poco etico.

A lampeggiare, come tutti avremo notato, è la scritta (suoneria in regalo), peccato che poco più giù, su quelle scritte poco visibili, c’è chiaramente scritto che con un semplice SMS ci si abbona a un contenuto settimanale (che può essere composto anche da più suonerie/sfondi).

Che ne dite? Un bel modo per raccattare utenti?

Qualcuno si starà già chiedendo perché trattare un argomento del genere su oneITsecurity che non è strettamente legato a queste tematiche; il motivo è semplicissimo: spesso queste “promozioni” arrivano anche via email (nello specifico non so se arriva questa del gattino) e se non si sta ben attenti dove si inserisce il numero di telefono, il credito si abbassa senza nemmeno capire il perché…