Tratto dallo speciale:

Precompilata: niente controlli con invio senza modifica

di Redazione PMI.it

scritto il

Invio Precompilata 2021: dal 19 maggio si può integrare il modello e trasmetterlo, niente controlli per chi non effettua modifiche.

Precompilata al via, è il caso di dirlo: dal 19 maggio si può inviare il proprio modello di dichiarazione dei redditi, sia il 730/2021 sia il modello Redditi. Da questa data è possibile accettare, integrare o modificare quanto già riportato e calcolato dal Fisco. Ma non c’è fretta: il termine per la trasmissione del 730 è fissato al 30 settembre 2021, mentre il Redditi PF al 30 novembre. Che si scelga di modificare la precompilata o di accettarla e inviarla così com’è, il passaggio è sempre quello dell’accesso al portale dedicato, raggiungibile dall’area riservata sul sito www.agenziaentrate.gov.it con le credenziali SPID (Sistema pubblico di identità digitale), CIE (Carta d’identità elettronica), CNS (Carta nazionale dei servizi), Agenzia delle Entrate o PIN INPS, che però sarà disattivato per sempre il prossimo 30 settembre.

Tra i nuovi dati presenti nella Precompilata 2021, troviamo la detrazione IRPEF al 20% del Bonus Vacanze 2020, le spese scolastiche e le erogazioni liberali alle scuole (ma solo se sono state comunicate, non era obbligatorio: se mancano, si deve integrare il modello inserendole a mano). Per gli oneri detraibili e deducibili del quadro E del 730, dal 26 maggio 2021 sarà disponibile la funzionalità di “compilazione assistita”, che permette di aggiungere o modificare i dati in modalità semplificata. Chi accetta il modello e lo invia senza modifiche, non subirà controlli documentali sugli oneri detraibili e deducibili comunicati dai soggetti terzi. Stesso discorso per chi effettua modifiche tramite intermediari fiscali con il visto di conformità (tutti i dettagli nella Guida dell’Agenzia delle Entrate).