Concorso docenti: via alle domande online

di Teresa Barone

scritto il

Dal 29 febbraio al via le domane online per partecipare al concorso per insegnanti: in arrivo FAQ e date delle prove.

Come previsto dalla legge sulla Buona Scuola, sono stati pubblicati sul sito web del Ministero del’Istruzione i tre bandi di concorso per i docenti della scuola dell’infanzia e primaria, della scuola secondaria di I e II grado e nell’ambito del sostegno: gli insegnanti possono inviare le domande di partecipazione dal 29 febbraio al 30 marzo esclusivamente seguendo la procedura telematica indicata dal Miur.

=> Card formazione docenti: come funziona?

Complessivamente saranno 63.712 i posti assegnati agli insegnanti abilitati, rispettivamente 7.237 nella scuola dell’infanzia, 21.098 nella primaria, 16.616 nella secondaria di I grado e 18.255 nella secondaria di II grado. Altri 506 posti riguardano nello specifico l’insegnamento dell’italiano per gli alunni stranieri. 

Le date delle prove, che probabilmente avranno luogo a partire dalla fine di aprile, saranno comunicate attraverso un avviso in Gazzetta Ufficiale. Per il momento sembra confermata la prova preselettiva, seguita dall’esame scritto e dalla prova orale.

Le domande possono essere inoltrate accedendo al portale Istruzione.it (è previsto un servizio di assistenza telefonica, numero 080/9267603, ed è prevista anche la pubblicazione di FAQ per sciogliere i dubbi più comuni).

«Oggi segniamo un’altra tappa fondamentale dell’attuazione della Buona Scuola – ha affermato il Ministro Stefania Giannini -. Rimettere in moto la macchina dei concorsi era essenziale per dare certezza sui tempi delle selezioni a chi vuole entrare in modo stabile nella scuola. Si torna alla Costituzione: avremo un bando ogni tre anni, con cadenza regolare. La scorsa estate, in pochi mesi, abbiamo immesso in ruolo 90.000 insegnanti. Un record storico: si tratta del numero di assunzioni più elevato degli ultimi 20 anni. A cui si aggiungono i 63.712 posti banditi oggi e gli altri 30.000 destinati alle Graduatorie ad esaurimento nell’arco del prossimo triennio. Entro il 2018 avremo assunto oltre 180.000 docenti. Sono numeri importanti che testimoniano l’impegno di questo Governo per il mondo dell’Istruzione.»

=> La Buona Scuola è legge