Tratto dallo speciale:

Concorso forestale: requisiti, come partecipare e cosa studiare

di Redazione PMI.it

scritto il

Come entrare a far parte del Corpo forestale dello Stato superando il concorso forestale, bandito a livello nazionale o locale.

Per diventare guardia forestale superare il relativo concorso pubblico è un passaggio obbligato.

Le selezioni (ossia i bandi) possono essere indetti dall’Arma dei Carabinieri (a cui sono attribuite dal 2025 le funzioni del Corpo forestale dello Stato), dalle Regioni e dalle Province autonome, e possono rivolgersi sia ai Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1) sia ai civili.

Si diventa inizialmente agente o guardia forestale, con mansioni inerenti alla tutela e alla sorveglianza di parchi e riserve naturali, all’attuazione di interventi in caso di inquinamento di acque e boschi, incendi, costruzioni abusive e salvaguardia della fauna. Vediamo quali sono tutti passi da seguire.

Cosa si fa per entrare nel Corpo forestale?

Per entrare nel Corpo forestale è quindi necessario partecipare al concorso forestale, al quale si accede se in possesso specifiche caratteristiche. È necessario informarsi sui bandi di concorso pubblicati periodicamente, prestando attenzione alle indicazioni sia per quanto riguarda i requisiti e la tipologie di prove, in modo da avviare uno studio ad hoc.

Come entrare nella Forestale nel 2022?

Nel 2022 sono stati indetti diversi bandi relativi al concorso forestale, finalizzati a reclutare agenti da impiegare a livello locale:

  • 78 unità di personale da inquadrare come agenti del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della Regione Autonoma della Sardegna;
  • 20 unità di personale da assumere a tempo indeterminato come Agente Forestale del Corpo Forestale della Provincia autonoma di Trento;
  • 46 Agenti del Corpo Forestale della Regione Siciliana da inserire a tempo pieno e indeterminato.

Nell’ambito di ciascun bando, una percentuale dei posti disponibili è riservata a favore dei volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate, congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, ma anche dei volontari in servizio permanente.

Quali requisiti per il concorso forestale?

Per quanto riguarda i requisiti per partecipare al concorso forestale, sono richiesti nello specifico:

  • età non inferiore a 18 anni e non aver compiuto i 30 anni;
  • essere in possesso del diploma di istruzione secondaria;
  • idoneità psico-fisica ed attitudinale al servizio nel Corpo forestale.

Come diventare guardia forestale dopo i 30 anni?

Il limite di età previsto dai concorsi per diventare guardia forestale è pari a 30 anni, considerato superato alla mezzanotte del giorno del compimento del 30° anno di età.

Che scuola bisogna fare per diventare una guardia forestale?

Per partecipare al concorso forestale è richiesto il diploma di scuola secondaria. Alcuni bandi richiedono il titolo di perito agrario o agrotecnico o perito edile o geometra, oppure il diploma di laurea triennale o quinquennale in ambito forestale, agrario o ambientale.

Cosa studiare per fare il forestale?

Il concorso forestale prevede il superamento di alcune prove, oltre all’accertamento dei requisiti psico-fisici previsti dal bando. Le prove sono articolate come segue:

  • una prova scritta;
  • una prova orale – pratica;
  • accertamento dei requisiti psico-fisici;
  • partecipazione dei candidati idonei a un corso di formazione presso la Scuola forestale regionale o altro istituto pubblico, con successivo superamento degli esami tecnico – pratici.

Il concorso può prevedere quesiti relativi all’istituzione del Corpo forestale, elementi di diritto dell’ambiente e della tutela del paesaggio, elementi di ecologia forestale e di selvicoltura generale e speciale, legislazione nazionale e regionale in materia di incendi boschivi, procedura sanzionatoria amministrativa, elementi di normativa venatoria nazionale e regionale, elementi di normativa sulla pesca marittima e nelle acque interne.

Quanto guadagna al mese una guardia forestale?

Un agente forestale percepisce una retribuzione base che non supera i 1200 euro mensili, cifra che comprende anche l’indennità forestale e l’indennità integrativa speciale.

Quanto guadagna un operaio forestale?

Gli operai forestali sono lavoratori stagionali assunti nei mesi estivi con contratti anche part-time, il cui stipendio base sfiora gli 800 euro mensili.