Tratto dallo speciale:

Scuole: istruzioni per docenti e ATA

di Redazione PMI.it

scritto il

Nota del MIUR con le indicazioni per le scuole, i docenti e i collaboratori: novità su didattica a distanza e supplenze.

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato una nota contenente le indicazioni operative per le scuole e il personale scolastico, alla luce di quanto stabilito con il decreto dell’8 marzo 2020 che detta nuove norme per contrastare la diffusione del Coronavirus su tutto il territorio nazionale imponendo la sospensione delle attività fino al 3 aprile.

=> Personale Scuola: stop solo alla didattica

La nota esorta in primis i dirigenti scolastici a organizzare le attività necessarie relative all’amministrazione, la contabilità, i servizi tecnici e la didattica.

Per quanto riguarda la presenza presso gli istituti scolastici di docenti e collaboratori scolastici, i primi possono accedere solo per esigenze strettamente correlate all’attività didattica a distanza, mentre per secondi è facoltà del dirigente, una volta constatata l’avvenuta pulizia degli ambienti, limitare il servizio alle sole prestazioni necessarie non correlate alla presenza di allievi anche stabilendo turni che tengano conto delle singole necessità familiari e di residenza.

Le segreterie devono invece svolgere consulenza in modalità telefonica oppure online, mentre sono sospese tutte le riunioni degli organi collegiali in presenza fino al 3 aprile 2020.
La nota sottolinea anche la necessità di attivare la didattica a distanza, al fine di tutelare il diritto costituzionalmente garantito all’istruzione. Per quanto riguarda la valutazione degli apprendimenti e la verifica delle presenze, le piattaforme utilizzate forniscono numerosi strumenti a tal fine.

È sempre il MIUR a precisare la salvaguardia dei contratti dei supplenti brevi, i quali possono partecipare alla didattica a distanza in sostituzione dei docenti assenti per garantire il diritto allo studio dei ragazzi.

I Video di PMI