Ritornare sul lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Ritrovare la motivazione sul lavoro anche dopo le giornate di riposo, ecco come.

Il Natale è passato e i giorni di festa sono terminati, per coloro che sono stati a casa il rientro sul lavoro potrebbe essere stressante, ecco allora in che modo affrontarlo e superarlo.

Essere felici a lavoro

Ricominciare significa vivere tutto ciò che circonda il lavoro come la sveglia presto, il traffico, le discussioni, le problematiche e la routine, per questo rientrare lasciando il relax a casa porta uno strano senso di stanchezza e nervosismo. Il fisico ma sopratutto la mente hanno bisogno di essere spinti ad accettare il rientro, è ricominciare con le abitudini da lavoro, anche quando non è ancora realmente finita la vacanza. In poche parole ricominciare a compiere tutte le azioni che si fanno quando si va a lavorare, addormentarsi alla giusta ora, inserire la sveglia all’ora corretta, la colazione, ecc. Allo stesso tempo però è importante godersi a pieno i giorni prima del rientro, compiendo ciò che più rilassa il proprio fisico, dallo sport, alle passeggiate o alla lettura di un libro.

Ottimismo a lavoro

Il corpo e la mente devono rilassarsi prima del rientro, evitare qualsiasi pensiero collegato al lavoro aiuta a non sprecare giorni preziosi, distrarsi è quindi il metodo migliore. Se ce ne sono le possibilità è importante scollegare davvero la spina, ma non vanno interrotti solo pensieri, sono vietate anche le telefonate, le email e i messaggi di lavoro. Infine, anche se può sembrare scontato, è importante accettare senza troppa tristezza il rientro al lavoro, godersi al massimo le proprie vacanze e ricominciare aspettando la prossima vacanza.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Come imporsi sui competitor