Quando un insuccesso diventa una sfida per migliorarsi

di Rosaria Di Prata

scritto il

Non sempre un insuccesso deve rappresentare un accadimento negativo poiché "dagli errori si ha sempre da imparare" anche nel settore manageriale.

Non sempre un insuccesso deve rappresentare un accadimento negativo poiché «dagli errori si ha sempre da imparare» anche nel settore manageriale, sviluppando anche l’adeguata capacità di reagire in maniera costruttiva a battute d’arresto che devono essere tenute in considerazione.

L’impresa persegue degli obiettivi che per essere raggiunti richiedono capacità, impegno, determinazione ma anche creatività e capacità di essere concorrenziali sul mercato. Durante il susseguirsi dei vari step per raggiungere un determinato obiettivo possono verificarsi situazioni che interrompono il proprio progetto determinando una fase d’insuccesso.

In ogni caso, occorre sempre mettere in preventivo degli imprevisti che possono, in qualsiasi modo, creare delle congiunture sfavorevoli tali da impedire il raggiungimento degli obiettivi. La capacità maggiore risiede nel sapere reagire in maniera adeguata di fronte ad un insuccesso affinché possa diventare un evento dal quale apprendere soluzioni alternative per fronteggiare simili problemi in futuro evitando così il ripetersi.

Naturalmente la prima analisi è quella che riguarda la causa dell’insuccesso intervenendo sui fattori strategici affinché nel corso del tempo il business possa continuare un sereno e proficuo percorso.

Nel momento in cui si verifica un insuccesso non manca certo l’insoddisfazione che non deve però mai prendere il sopravvento ma deve essere un momento per cercare quella sintonia che non ha consentito di raggiungere gli obiettivi fissati. I problemi devono essere affrontati in maniera realistica anche per avere una migliore organizzazione dell’intero settore, e soprattutto tenendo presente che non sempre è possibile raggiungere la perfezione sempre.

Il team preposto al raggiungimento della mission può avere dei problemi che devono interessare il manager affinché possano essere risolti in corso d’opera evitando così l’insuccesso totale. Il manager quando è realistico affronta in maniera diversa un insuccesso perché in qualche modo è consapevole di ciò che si potrebbe riuscire ad ottenere. Naturalmente è importante anche incentivare e sostenere il team in una visione positiva ma sempre concreta perché le aspettative attese non superino ciò che è effettivamente raggiungibile nella realtà concreta.

 I fattori che determinano un insuccesso variano e sono diversi, soprattutto devono essere analizzati in base ad ogni particolare situazione di riferimento per questa ragione è difficile dare degli orientamenti generali. È importante sempre però non lasciarsi sopraffare da un insuccesso ma interpretarlo come uno stimolo a trovare un nuovo equilibrio che porti con serenità a raggiungere gli obiettivi fissati.