Fiat Industrial prepara la fusione con Cnh

di Teresa Barone

scritto il

Nuovo assetto decisionale per Fiat Industrial: inizia il processo di integrazione con Cnh anche attraverso la creazione di 4 strutture regionali.

Per Fiat Industrial è tempo di riorganizzarsi in vista della prossima fusione con Cnh. Numerose le novità per l’azienda controllata dal Lingotto, che con le recenti modifiche all’assetto organizzativo avvia il processo di integrazione con l’azienda produttrice di macchine agricole e macchinari per le costruzioni.


La riorganizzazione di Fiat Industrial si basa sulla creazione di quattro strutture regionali guidate da Richard Tobin, presidente e CEO di Cnh, che sarà affiancato da altrettanti Chief Operating Officer Regionali e da un Chief Financial Officer. Secondo quanto reso noto dall’azienda torinese, i quattro gruppi operativi regionali avranno non solo la responsabilità della produzione e della vendita di macchinari, ma gestiranno anche le attività Powertrain relative a motori e trasmissioni.

Leggi => Fiat Industrial: utili e ricavi in crescita

Fiat Industrial ha inoltre annunciato la formazione di un Group Executive Council (Gec), organismo decisionale preceduto solo dal consiglio di amministrazione con l’incarico di supervisionare lo sviluppo del business e definire strategie e obiettivi da conseguire, nonché gestire complessivamente le risorse manageriali.

Per Sergio Marchionne la riorganizzazione dell’azienda si basa prevalentemente sulle nuove nomine e sulla fiducia riposta dal gruppo nelle nuove figure dirigenziali: “Le nuove nomine sono avvenute dopo un’approfondita valutazione delle competenze tecniche e di leadership di Richard Tobin e delle altre persone che sono state nominate nel Gec. A questi leader, che riflettono l’internazionalità dei nostri business, riconosciamo la capacità di fare di Fiat Industrial un Gruppo multinazionale in grado di competere nel mondo ai massimi livelli nel settore dei Capital Goods“.

Anche l’attività Europa Auto ha un nuovo responsabile: Alfredo Altavilla, infatti, sostituisce Gianni Coda con la nomina di Chief Operating Officer di Fiat per la regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa).