Multa di 30 milioni di sterline per UBS

di Chiara Basciano

scritto il

Caso Adoboli: inflitta una multa di quasi 30 milioni di sterline all?istituto svizzero.

In accordo con la FINMA – l’autorità svizzera per i mercati finanziari – l’autorità dei servizi finanziari britannica (FSA) ha inflitto all’istituto svizzero UBS una multa di 29,7 milioni di sterline (circa 37 milioni di euro) in relazione al caso dell’ex trader Kweku Adoboli a Londra, che ha provocato all’istituto perdite valutate in 2,3 miliardi di dollari.

Nel comunicato si riconoscono le “gravi lacune nella gestione del rischio e nelle modalità di controllo della banca d’investimenti”, con la FINMA che ha anche deciso come UBS non debba effettuare nuove acquisizioni e come ogni iniziativa commerciale che UBS voglia adottare nella banca d’investimenti, e che aumenti verosimilmente la complessità operativa, debba essere approvata a priori dall’Autorità.

Le due autorità riconoscono comunque che la banca ha avviato nel frattempo un gran numero di misure organizzative per rafforzare la gestione dei rischi e i controlli. Una nota quest’ultima che ha soddisfatto i vertici UBS, che in un comunicato così commentano le conclusioni delle autorità di vigilanza: “Siamo felici che questo capitolo sia chiuso”.