Unicredit: sospetto di frode fiscale per Hvb

di Teresa Barone

scritto il

Unicredit nel mirino della giustizia a causa della presunta frode fiscale messa in atto dalla controllata tedesca Hvb.

La filiale tedesca Uvb del Gruppo Unicredit è al centro di una vicenda spinosa che vede la banca accusata di frode fiscale: gli uffici di Monaco di Baviera della controllata in Germania, infatti, sono stati sottoposti a perquisizione per volontà della Procura di Francoforte.

A dare la notizia è stato lo “Sueddeutsche zeitung”, dove si legge dell’inchiesta sul mancato pagamento di crediti di imposta sui redditi per l’ammontare di circa 14 milioni di euro. Un’operazione che la filiale di Unicredit avrebbe portato avanti tra il 2006 e il 2008 causando un ammanco notevole per il fisco tedesco.

=> Unicredit auspica scorporo attività italiane

La prima conferma dell’avvenuta perquisizione è arrivata dalla stessa banca, che ha tuttavia ribadito  la volontà di cooperare con le autorità. Al momento non sembra che il Consiglio di Amministrazione sia coinvolto nelle indagini, mentre a essere indagati potrebbero essere alcuni dipendenti dell’istituto molto lontani dai vertici e dal primo funzionario di Hvb Theodor Weimer.

Il destino di Hvb non sembra però essere segnato, infatti secondo le dichiarazioni rilasciate dalla banca tedesca sono stati già presi provvedimenti per limitare i danni: nel 2008, infatti, le pratiche oggetto delle indagini sono state effettivamente sospese e il personale coinvolto non è più attivo per il Gruppo.