Autostrade scontate per i pendolari?

di Teresa Barone

scritto il

Tariffe autostradali scontate a favore degli automobilisti che viaggiano spesso: la proposta del Ministro Lupi.

Viaggiare in auto percorrendo la rete autostradale italiana è diventato ancora più dispendioso a partire dal 1 gennaio 2014, data che ha segnato l’introduzione di rincari medi pari al 4% sui pedaggi modificando non poco le tariffe in vigore fino alla fine del 2013.

=> Scopri se sarà abolito il superbollo auto

Aumenti che rappresentano un costo elevato da sostenere soprattutto per coloro che sono soliti percorrere, frequentemente, lunghi tratti in autostrada soprattutto per motivi di lavoro. Proprio per agevolare questa categoria di automobilisti il Ministro Lupi ha proposto l’introduzione di uno sconto del 20% per i pendolari in possesso di Telepass, che potrebbe essere applicato dalle concessionarie autostradali già da febbraio.

=> Scopri le agevolazioni fiscali sulle auto uso ufficio

L’ipotesi di applicare le nuove riduzioni è stata discussa nel corso di un incontro che ha visto la partecipazione dell’Aiscat, chiamata a verificate la concreta possibilità di attivare abbonamenti con tariffe scontate del 20% a favore degli automobilisti che percorrono un tratto di autostrada lungo almeno 50 km per 20 giorni al mese, concedendo anche sconti a coloro che viaggiano anche per un periodo ridotto.

Qui di seguito, nel dettaglio, la proposta di Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc: «Il Ministro Lupi, invocando uno sconto fino al 20% per i pendolari autostradali, ha dato una risposta importante a un gravoso problema ma che non risolve in modo definitivo i problemi a carico di chi, per lavoro, si muove quotidianamente sulla rete autostradale. A nostro avviso è fondamentale sia prevedere una riduzione fiscale sui carburanti, in particolare sulle accise, sia sull’utilizzo della rete, proteggendo e rilanciando gli investimenti delle concessionarie. Ad oggi i costi sostenuti da chi produce reddito lavorando sulle autostrade sono troppo elevati e penalizzanti. Gli sconti previsti, se verranno effettivamente avviati, devono essere finalizzati ad una maggiore competitività della rete autostradale italiana, un’infrastruttura essenziale per lo sviluppo globale del Paese.»

=> Scopri tutti i rincari del settore auto