Dirigenti medici: permanenza in servizio fino a 70 anni

di Redazione PMI.it

scritto il

La circolare del Ministro Madia che fissa a 70 anni il limite massimo per il trattenimento in servizio dei dirigenti sanitari.

I dirigenti medici potranno chiedere di proseguire il rapporto di lavoro sino a 70 anni, al fine di raggiungere i 40 anni di professione effettiva: lo sottolinea la circolare (2/2015) firmata dal Ministro della PA Marianna Madia che precisa alcune deroghe alla normativa sull’abolizione del trattenimento in servizio.

=> Stop incarichi dirigenziali per i pensionati

Secondo quanto stabilito dal Decreto Legge 90/2014, infatti, dal 1 novembre 2014 è stata abolita la possibilità di rimanere in servizio una volta superata l’età pensionabile per i dipendenti statali (magistrati dal 31 dicembre 2015).

Ne sono esclusi i dirigenti medici e del ruolo sanitario del SSN (funzionari delle professioni sanitarie infermieristiche, delle tecniche della riabilitazione, della prevenzione e della professione di ostetrica), che possono rimanere in servizio anche oltre i sessantacinque anni di età al fine di completare i 40 anni di lavoro effettivo, evitando tuttavia di superare il limite dei 70 anni di età anagrafica.

=> Dirigenti PA in pensione a 62 anni

Sarà l’amministrazione ad accettare o meno le istanze presentate dai dirigenti sanitari, valutando che la permanenza richiesta non abbia come conseguenza un incremento del numero dei dirigenti attivi.