Auto: addio libretto di circolazione

di Teresa Barone

scritto il

Con la Riforma della PA sparisce il libretto di circolazione, inglobato nell?attestato di proprietà.

Novità in arrivo per gli automobilisti, previste dal testo della Riforma della Pubblica Amministrazione approvato nei giorni scorsi dalla Camera: non ci sarà più il libretto di circolazione relativo ai veicoli, inglobato nell’attestato di proprietà.

=> Tariffe Rc auto: Italia sopra la media europea

Sarà quindi sufficiente un documento unico valido per tutti gli automobilisti, una scelta volta a semplificare le pratiche burocratiche e ridurre i costi relativi al passaggio di proprietà.

Sempre in materia di auto, la Riforma prevede che l’ACI non amministri più il PRA (Pubblico Registro Automobilistico), gestito invece dal Ministero delle Infrastrutture che governa anche la Motorizzazione Civile.

Obiettivo primario di queste riforme è la creazione di un’unica banca dati in materia di circolazione e proprietà, dando appunto il via alla creazione di un documento unificato, come si legge sul testo della nuova normativa:

«Grazie all’eventuale accorpamento tra PRA e Motorizzazione verrà introdotta un’unica modalità di archiviazione finalizzata al rilascio di un documento unico.»

=> Assicurazione auto: al via i controlli elettronici

 

I Video di PMI

Partite IVA dipendenti