Reperibilità nei festivi e danni alla salute

di Teresa Barone

scritto il

Essere reperibili nei giorni di riposo non significa stress assicurato: la Cassazione lo precisa con una sentenza.

La condizione di reperibilità nei giorni festivi, prevista alcuni contratti di lavoro, rappresenta certamente un impedimento al pieno godimento del riposo settimanale da parte del lavoratore, tuttavia non è possibile affermare a priori che a subire danni sia la salute stessa.

=> Lavorare nei festivi non è un obbligo

La Corte di Cassazione (sentenza 20191/15) ha recentemente affrontato il caso di un dipendente con obbligo di reperibilità nei festivi, il quale chiedeva un risarcimento per danni alla salute dovuti proprio al “superlavoro” imposto dal datore di lavoro.

=> Stress da lavoro nuoce come fumo passivo

Secondo i giudici, tuttavia, spetta al dipendente produrre prove e testimonianze che accertino il danno subito, poiché la reperibilità di per sé non compromette lo stato di salute: può capitare, infatti, che il lavoratore si chiamato a svolgere un prestazione lavorativa, ma sono previsti sempre contributi aggiuntivi concessi in busta paga ed eventualmente giorni di riposo in più.

=> Viaggi di lavoro senza stress

 

I Video di PMI

Partite IVA dipendenti