Elogiare i dipendenti, sempre e comunque

di Teresa Barone

scritto il

Monito ai manager: per ottenere il meglio dai dipendenti è necessario lodarli anche quando non lo meritano?

Decantare le lodi dei dipendenti rappresenta una strategia utile per migliorare le loro prestazioni, anche quando ci sarebbe ben poco di cui complimentarsi.

=> Rendere efficace un feedback negativo

Questa è la teoria sostenuta da uno studio pubblicato sulla Harvard Business Review, studio che sottolinea l’efficacia degli elogi incondizionati rivolti ai lavoratori, anche quando questi ultimi meriterebbero di essere bacchettati per non aver svolto efficacemente il loro lavoro.

Esaminando centinaia di valutazioni delle prestazioni dei dipendenti, all’interno di varie aziende multinazionali, gli autori della ricerca sono arrivati a una conclusione che potrebbe avere molte ripercussioni nelle relazioni “boss-dipendenti”: per un collaboratore poco efficiente è fondamentale ricevere consensi e sopravalutazioni del suo lavoro, in caso contrario le sue prestazioni continuerebbero a calare inesorabilmente.

Rinunciare a un approccio totalmente negativo, quindi, aiuta il capo a ottenere performance migliori e a infondere fiducia e autostima nel lavoratore.

=> Il feedback è fondamentale

Il “modus operandi” suggerito dallo studio non significa che una condotta poco rispettosa delle regole e un totale disinteresse verso gli obiettivi da conseguire possano esser giustificati a priori: può rivelarsi utile, tuttavia, trovare sempre qualcosa di lodevole nel lavoro dei collaboratori, un punto di partenza per spingerli a fare sempre meglio.