Selezionare l?esperto di rete

di Chiara Basciano

scritto il

Cosa sapere quando si sta selezionando un esperto di rete.

I selezionatori non possono avere competenze in ogni campo, soprattutto se si tratta di competenze specifiche di tipo tecnologico. Oggi come non mai infatti c’è bisogno di figure tecniche in azienda per tenere il passo con l’innovazione.

=> Vai al colloquio di successo

Per non arrivare del tutto impreparati ai colloqui con i potenziali esperti di rete bisogna avere una conoscenza generale del settore, altrimenti si rischia di brancolare nel buio. Per esempio è bene sapere che tipo di domande di solito vengono poste agli esperti di rete. Una delle più comuni è cosa sia la programmazione orientata agli oggetti (OOP, Object Oriented Programming) e come interagisca con le reti. Una buona risposta a questa domanda è che il linguaggio OOP è l’unico supportato dalle reti  e consente agli sviluppatori di creare classi che contengono metodi, proprietà, campi, eventi e altri moduli logici. Inoltre, consente agli sviluppatori di creare programmi modulari, che possono assemblare come software.Le quattro caratteristiche fondamentali dell’OOP sono incapsulamento, astrazione, polimorfismo e l’eredità.

=> Scopri il manager di rete

A questo punto si può andare nel dettaglio e chiedere delucidazioni proprio sulle quattro caratteristiche elencate. L’insapsulamento è un meccanismo che consiste nel raccogliere i dati e i metodi all’interno di una struttura nascondendo l’implementazione dell’oggetto, l’astrazione è l’applicazione di un metodo logico nella strutturazione della descrizione dei sistemi informatici complessi, per facilitarne la progettazione, il polimorfismo indica l’attitudine di un oggetto a mostrare più implementazioni per una singola funzionalità, infine l’eredità consiste in una relazione che il linguaggio di programmazione, o il programmatore stesso, stabilisce tra due classi.