Voucher Innovation Manager: FAQ online

di Redazione PMI.it

scritto il

Voucher PMI: aggiornate le FAQ del MiSE relative all'iscrizione nell'elenco degli Innovation Manager accreditati.

Entra nel vivo la misura in Manovra 2019 (comma 228, legge 145/2018) che ha istituito i Voucher Innovation Manager destinati alle PMI “per l’acquisto di consulenze specialistiche in materia di processi di trasformazione tecnologica e digitale, attraverso le tecnologie abilitanti previste dal Piano nazionale impresa 4.0, e di processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali”.

Dal 27 settembre al 25 ottobre sarà possibile fare domanda di iscrizione per entrare nell’elenco del MiSE degli Innovation Manager accreditati ai quali le PMI potranno rivolgersi per ottenere il voucher e ora sul sito del MiSE è possibile consultare nuove FAQ riguardanti l’elenco dei manager qualificati e delle società di consulenza abilitati allo svolgimento degli incarichi manageriali.

=> Innovation Manager, iscrizione all'elenco MiSE

FAQ Voucher

Tra le ultime risposte del Ministero quelle legate alla documentazione da allegare alla domanda per documentare lo svolgimento degli incarichi manageriali: le persone fisiche, manager, devono allegare il proprio curriculum vitae al fine di documentare il possesso dei requisiti di iscrizione previsti dalla legge. Il Ministero, in qualsiasi fase del procedimento, potrà effettuare verifiche sulla veridicità delle dichiarazioni rese dai soggetti iscritti nell’elenco MiSE ai sensi di quanto previsto dal medesimo D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

=> TEM nelle PMI: Voucher Internazionalizzazione

Per verificare che il titolo di studio appartenga ad una delle aree scientifiche previste dalla normativa, è possibile fare riferimento direttamente all’Ateneo che lo ha rilasciato.

Voucher: l’agevolazione

L’agevolazione, lo ricordiamo, è destinata a micro, piccole o medie imprese che introducono in azienda figure manageriali al fine di implementare le tecnologie abilitanti previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0 e consiste in un contributo pari al:

  • 50% delle spese ammissibili, fino a un limite di 40mila euro per le micro e piccole imprese e fino a 80mila euro, per le reti di imprese;
  • 30% nel limite di 25mila euro per le medie imprese.

Per avere il voucher bisognerà rivolgersi a manager qualificati e società abilitate in possesso dei requisiti indicati nel decreto 7 maggio 2019 iscritte nell’apposito elenco ministeriale.