Lo stipendio del CEO Disney cresce con gli utili dell’azienda

di Andrea Barbieri Carones

scritto il

Nel 2011 lo stipendo di Robert Iger, CEO Disney, tocca quota 31,4 milioni di dollari, in crescita del 13,6%, mentre gli utili toccano i 4,8 miliardi.

In crescita del 13,6% lo stipendio del CEO della Disney, quel Robert Iger che nel corso del 2011 ha guadagnato 31,4 milioni di dollari, pari a 86.500 dollari al giorno, sabati, domeniche e festivi compresi. Un compenso che è stato determinato sulla base della crescita della società fondata da Walt Disney e che oggi macina fatturato e utili con attività in tutto il mondo legate a 360 gradi al mondo dello spettacolo e dell’intrattenimento.

Il 90% della remunerazione di questo super manager è legata all’andamento dell’azienda che guida, che nonostante la crisi internazionale che ha colpito mezzo mondo ha chiuso l’anno fiscale 2011 con un utile netto di 4,8 miliardi di dollari – in crescita del 21% rispetto all’anno precedente – su ricavi che hanno toccato quota 40,9 miliardi, in aumento del 7%. Risultati, dunque, che vedono un fatturato in leggera crescita e utili aumentati ancora di più.

I dati arrivano dalla SEC statunitense (il soggetto che negli Usa vigila sulla Borsa, analoga alla Consob italiana), che ha anche riferito che la Disney e Robert Iger hanno iniziato diversi progetti di investimento che porteranno a crescite future: fra questi, gli ingrendimenti dei parchi divertimenti di Los Angeles, di Orlando e di Hong Kong, mentre si è avviata una joint venture per creare un nuovo parco nei pressi di Shanghai.

Intanto, il consiglio d’amministrazione della Disney ha comunicato di voler mantenere la figura esperta e carismatica di Iger all’interno dell’azienda fino al termine naturale del suo contratto, la cui scadenza è prevista a giugno 2016, dopo appena un decennio (il suo predecessore, Michael Eisner, rimase in carica 21 anni, dal 1984 al 2005). L’obiettivo è di fare in modo che possa guidare il suo erede a ottenere risultati simili a lui. Nel giro di 2 mesi, Iger assumerà anche la carica di presidente Disney.

Nel dettaglio, lo stipendo di Bob Iger è composto da un salario base di 2 milioni di dollari, cui si aggiunge il ricevimento di nuove azioni per un controvalore di 8 milioni, di stock option per altri 4,8 milioni e di bonus vari per 15,5 milioni. Ci sono poi altre forme di remunerazione derivanti da benefit vari attinenti alla sua attività di top manager.

Naturalmente, il CEO Disney non è il solo a contare su guardagni “extralarge”: il consigliere generale – Alan Braverman – ha guadagnato 6,9 milioni di dollari (+3% sul 2010), il direttore della pianificazione strategica – Kevin Mayer – ne ha fatturati 3,6 miloni con un calo del 15%, mentre il direttore finanziario Jay Rasulo ha sfiorato i 10, fermandosi a 9,9 milioni (+2,5%).