Financial risk manager: risorsa anti crisi per grandi aziende

di Teresa Barone

scritto il

Banche e società di consulenza puntano sul financial risk manager: figura indispensabile in tempo di crisi e con compensi in ascesa.

Aumenta anche in Italia la richiesta di financial risk manager, figure ormai indispensabili per banche, imprese e società di consulenza. Complice la crisi economica, le imprese di grandi dimensioni non possono fare a meno di introdurre nell’organico un professionista esperto nella gestione del rischio a 360 gradi.

Qual è il ruolo del risk manager nelle aziende? Prevenire, gestire e monitorare qualsiasi tipologia di rischio possibile per l’impresa, evitando o limitando pesanti ripercussioni nel bilancio. Esistono figure professionali specializzate nel settore finanziario, ma anche ambientale, sanitario e industriale, tutte necessarie per fronteggiare qualsiasi criticità proteggendo la produttività e l’economia dell’azienda.

Una serie di mansioni delicate e strategiche che hanno reso necessaria la nascita di professionisti altamente specializzati, come dimostra sia il proliferare di corsi di laurea e master mirati a formare risk manager – per far fronte alla crescente richiesta da parte delle imprese – sia lo standard remunerativo che ha raggiunto livelli elevati (più di 180mila euro annui secondo Gi Group).

Nel settore finanziario, inoltre, l’offerta occupazionale che ruota intorno a queste nuove figure manageriali è destinata ad aumentare maggiormente, anche perché le competenze tipiche dei CEO, o dei CFO, non riguardano strettamente la gestione del rischio finanziario: alle conoscenze in campo matematico e finanziario, infatti, devono aggiungersi nozioni specifiche in altre discipline, come sottolinea Cesare Conti, docente di Financial Risk Management alla Bocconi: “Per essere in grado di rispondere a questi compiti non bastano i soli skills matematico-statistici, propri ad esempio dei CFO, ma servono anche delle capacità manageriali e di processo: chi voglia specializzarsi in gestione del rischio, in primis finanziario, deve essere sì in grado di misurare e gestire le potenziali criticità per la società ma anche di fare attività di reporting e accounting.”

Grandi aziende, istituti di credito e assicurazioni vanno letteralmente a caccia di giovani esperti di financial risk manager, rendendo questa professione non solo molto ricercata e redditizia ma anche fonte di impiego sicuro: un ottimo sbocco professionale per laureati in ingegneria gestionale ed economia aziendale.

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti