Assunzioni: come valutare competenze e motivazione

di Floriana Giambarresi

scritto il

Ecco una guida per manager utile ad evitare errori nelle assunzioni: come valutare competenze e livello di motivazione? Le domande da porre.

Scarse capacità interpersonali e mancanza di motivazione sono tra le principali ragioni per cui i neoassunti non riescono a lavorare bene e a generare buone performance per l’azienda. Per questo motivo, durante le assunzioni è necessario porre le domande giuste ai candidati, così da scoprire se possiedono i requisiti richiesti per quel lavoro.

=> Scopri come assumere i migliori talenti

Come valutare le competenze chiave interpersonali e il livello di motivazione durante un colloquio di lavoro? Il responsabile delle assunzioni dovrebbe porre delle specifiche domande relative a quattro diverse aree: qui di seguito ecco qualche esempio.

Coach-ability: il candidato ha l’abilità di prendere decisioni e di raccogliere fedback, e di attuare cambiamenti? Esempi di domande che il responsabile può fare durante l’intervista: 

  • “Un suo ex supervisore le ha detto in passato che c’era bisogno di un cambiamento: lei cosa ha fatto?”;
  • “Mi parli di una sua precedente situazione lavorativa in cui lei doveva assumere nuovi compiti o ruoli. Quanto successo ha ottenuto?”.

Intelligenza emotiva: il richiedente ha la capacità e la maturità di percepire, valutare e influenzare positivamente le proprie emozioni e quelle dei colleghi? Esempi:

  • “Mi parli di un conflitto che ha avuto con un collega. Qual è stata la causa e cosa avete fatto per risolverlo?”;
  • “Come si fa a costruire buoni rapporti in ufficio?”.

Motivazione: il candidato ha la voglia e la grinta di lavorare al meglio, al fine di eccellere e raggiungere il proprio pieno potenziale? Esempi:

  • “Quali sono i suoi obiettivi di carriera a breve e a lungo termine?”;
  • “Mi racconti un momento in cui è riuscito ad andare al di là di ogni aspettativa”.

Temperamento: quale atteggiamento ha il candidato e la sua personalità può essere adatta all’ambiente di lavoro e a quello che si avrà in futuro? Esempi:

  • “Se potesse scegliere, preferirebbe lavorare da solo o in squadra?”;
  • “Descriva le proprie capacità manageriali: quali caratteristiche ritiene più importanti quando supervisiona gli altri?”.

I Video di PMI

Guida alle ferie aziendali