In Italia solo il 26% di donne manager

di Teresa Barone

scritto il

Italia fanalino di coda in Europa per la presenza femminile nei ruoli dirigenziali: lo studio DAS.

L’Italia non è certo il regno delle donne manager, che ancora nel 2014 occupano solo il 26% delle posizioni di responsabilità nelle aziende nazionali. Lo rivela una nuova ricerca condotta dal DAS, compagnia del Gruppo Generali, volta a monitorare la situazione europea per quanto riguarda la presenza femminile ai vertici delle società.

=> Scopri gli stipendi d’oro delle donne CEO

Stando alle cifre rese note dall’indagine, la penisola vanta solo un quarto di donne manager rispetto al totale (si parla di 217 mila): una percentuale che colloca la penisola al quintultimo posto nella classifica dei paesi europei. Solo Grecia, Repubblica di Macedonia, Lussemburgo e Cipro sembrano fare peggio.

=> Scopri la strategia del silenzio delle donne manager

Osservando i dati si apprende, invece, come la Gran Bretagna sia la nazione europea che vanta il maggior numero di manager di entrambi i sessi, ma è la Lettonia a valorizzare ampiamente le esponenti del sesso debole nei ruoli dirigenziali (su un totale di 36mila unità le donne manager rappresentano il 46%).

È proprio la situazione in Lettonia a rivelare il forte gap esistente tra i paesi della UE e l’Est Europeo, dove la media occidentale del 33% è ampiamente superata da quasi tutti gli stati del territorio.

=> Leggi i dati sulla presenza rosa nei CdA delle aziende italiane