Compensi d’oro per i CEO americani

di Chiara Basciano

scritto il

Ecco la classifica dedicata agli stipendi dei supermanager americani

Si parla sempre molto degli stipendi delle cariche manageriali, perché ogni volta superano le aspettative. Ancora una volta si rimane a bocca aperta venendo a conoscenza dei compensi degli amministratori delegati delle maggiori aziende americane.

=> Scopri come si calcola lo stipendio di un CEO

A renderli noti è il Wall Street Journal secondo il quale i compensi sono saliti del 5,5% nel corso del 2013. Una percentuale che supera di molto i compensi dei dipendenti privati americani, cresciuti dell’1,8%.

=> Vai alla classifica del 2010

Il nome che spicca su tutti, con un compenso di 76,9 milioni di dollari, è Larry Ellison, numero uno di Oracle, seguito da Leslie Moose di Cbs, con 65,4 milioni di dollari e da Micheal Fries di Liberty Global che arriva a 45,5 milioni di dollari.

Anche un italiano presente nella classifica, si tratta di Fabrizio Freda, a capo della casa Estée Lauder, che ha incassato 30,9 milioni di dollari. Un portavoce dell’azienda sottolinea che si tratta di «Un riconoscimento della leadership e del successo da parte del nostro Ceo», spiegando che la retribuzione del manager è legata per il 90% alla performance finanziaria dell’azienda o del titolo azionario.

=> Vai agli stipendi d’oro delle donne CEO

I settori che registrano i valori più alti sono quello finanziario, con una media di 15,03 milioni di dollari, e quello delle telecomunicazioni, con 14,98 milioni di dollari. Un dato che rende evidente la portata di tali compensi è che in tutto, i primi dieci Ceo, hanno totalizzato il 23% del totale compensi dei 300 numeri uno delle aziende esaminate.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari