Lavorare nella moda

di Chiara Basciano

scritto il

Boutique ed Export Manager posti molto ambiti ma per cui sono richieste competenze di alto livello

Che il settore del lusso non conosca crisi è cosa risaputa ed è per questo che cresce il numero di chi tenta di lanciarsi nel settore, sperando di ottenere un posto di alto livello.

Ma far parte del grande mondo del lusso non è cosa da tutti infatti sono richieste competenze specifiche. In particolare una ricerca realizzata da Micheal Page dimostra come i Boutique Manager, posto molto ambito, debbano conoscere alla perfezione non solo l’inglese ma anche un’altra lingua, preferibilmente russo o cinese. Inoltre devono essere capaci di far funzionare i punti vendita a tutto tondo: dalla gestione del personale alle strategie commerciali, dalle relazioni con il clienti (CRM) al controllo di efficienza del magazzino.

=> Leggi le offerte per Export Manager

Ad essere presi di mira quindi sono i posti di lavoro nel settore moda, in particolare i negozi monomarca con sedi in tutto il mondo. Oltre al fascino per l’estero e alle possibilità di carriera ciò che fa più gola è di certo lo stipendio, quello medio per i Boutique manager va dai 65 ai 90 mila euro lordi, senza contare la parte variabile del compenso, legata alle performance dei negozi.

=> Vai alla formazione per Manager del lusso

Per quanto riguarda invece gli Export Manager lo stipendio varia dai 45 mila euro per profili più junior e può superare i 100 mila euro per chi ha almeno 15 anni di esperienza. In questo bisogna avere la capacità di gestire trattative con i partner dei negozi multi marca e con i responsabili acquisti dei grandi centri commerciali inoltre devono avere uno sguardo ampio per poter individuare nuovi business.