Il rito della pausa caffè

di Chiara Basciano

scritto il

Staccare anche solo cinque minuti aiuta a rimanere attivi e a rendere di più sul lavoro

Riuscire a rimanere concentrati sul lavoro dando il massimo non vuol dire non staccare mai. Infatti diversi studi dimostrano come si renda di più lavorando in modo rilassato e concedendosi qualche pausa.

=> Vai ai benefici della pausa caffè

La cosiddetta pausa caffè impegna solo cinque minuti ma permette di rigenerare la mente e il corpo, di cui troppo spesso si dimentica l’importanza, soprattutto nei lavori d’ufficio. A sottolineare l’importanza dei momenti di pausa è anche il recente sondaggio condotto da Openjobmetis. Alla domanda se sia importante staccare per brevi momenti ben l’80% ha riposto di sì, mentre solo il 17% non risente di un lavoro serrato e vede come unico obiettivo quello di finire velocemente quello che si ha da fare.

=> Leggi la pausa pranzo del futuro

Ad avvalorare l’importanza delle pause caffè è anche l’indagine coordinata da Lila Davachi del dipartimento di Psicologia della New York University che evidenzia come «tutte le piccole pause che si riescono a prendere nel corso dell’attività lavorativa o di studio, favoriscono l’apprendimento e la memorizzazione di ciò che si è appena incamerato nel cervello».

=> Scopri come recuperare dopo una pausa

Quindi non è necessario sognare posti di lavoro in cui ci sia una stanza dedicata alla svago, come richiesto dall’8% degli intervistati – ma i dirigenti dovrebbero tener conto delle esigenze dei lavoratori e favorire brevi momenti di stacco.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari