Manager ICT e prospettive future

di Teresa Barone

scritto il

Federmanager e AgID fanno il punto sul fabbisogno nazionale di professionisti ICT.

Ammonta a più di 820mila il fabbisogno dei professionisti del comparto ICT entro il 2020, secondo le stime rese note dalla Digital Assembly 2015: si parla anche di altre figure che, pur non appartenenti al comparto, dovranno possedere competenze informatiche e digitali.

=> Tutte le figure professionali in ambito manageriale

Per quanto riguarda le figure manageriali, Federmanager e Agenzia Digitale Italiana (AgID) fanno squadra per dotare l’Italia di manager esperti nel ramo ICT, colmando il ritardo che caratterizza la penisola (stando ai dati Agcom la copertura della banda ultra-larga è ferma al 36%, mentre la media UE28 sale fino al 68%).

Dal recente incontro tra il direttore dell’AgID, Antonio Samaritani, e il Presidente di Federmanager, Stefano Cuzzilla, sono emerse alcune strategie comuni e altre novità che riguardano l’immediato futuro:

«A settembre lanceremo su tutto il territorio nazionale il progetto “Be Manager” con cui la Federazione si impegna ad asseverare le competenze manageriali dei professionisti dei diversi settori, compreso ovviamente quello dell’ICT».

Queste le parole di Cuzzilla, mentre Samaritani ha chiarito gli obiettivi comuni:

«Con il Presidente Cuzzilla abbiamo condiviso l’obiettivo di un’Italia competitiva in Europa per l’offerta di manager esperti in questo settore, ma anche capace di far crescere il mercato interno puntando su figure chiave specializzate sia nella PA sia nel privato. AgID, grazie alla collaborazione di partner come Federmanager, può accelerare il passo e rispondere alle grandi aspettative che i cittadini nutrono verso la modernizzazione tecnologica del Paese».

=> Leggi le offerte di lavoro per i manager

 

I Video di PMI