Lavoro e retribuzioni: il report Istat

di Teresa Barone

scritto il

Il report Istat con gli importi medi delle retribuzioni contrattuali.

Arrivano gli aggiornamenti Istat relativi alle retribuzioni contrattuali di agosto 2015, cifre che mostrano variazioni minime se confrontate con il mese precedente e un lieve aumento rispetto allo stesso periodo del 2014.

=> Stipendi in Italia: Roma batte Milano

Secondo l’Istat, inoltre, nei primi otto mesi dell’anno in corso la retribuzione oraria media ha subito un incremento dell’1,1% rispetto al 2014, tuttavia l’aumento riguarda prevalentemente i dipendenti delle aziende private e non i lavoratori statali.

=> I manager più pagati all’estero

Le cifre in crescita riguardano soprattutto i comparti dell’agricoltura, dell’energia e il settore petrolifero, mentre sono invariate le retribuzioni percepite nel settore delle assicurazioni.

=> Retribuzioni: cresce il gap tra dirigenti e sottoposti 

Per quanto riguarda i contratti collettivi, l’Istat stima un tempo di attesa medio per il rinnovo pari a 56,3 mesi complessivi (39,0 mesi per i dipendenti del settore privato).

 

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari