Se la tecnologia fa perdere tempo

di Teresa Barone

scritto il

Ventidue minuti di lavoro al giorno persi per risolvere piccoli e grandi problemi legati alla tecnologia in ufficio.

Oltre due settimane all’anno di lavoro buttate al vento: questo è quanto succede nella maggior parte degli uffici, dove i dipendenti perdono tempo prezioso per risolvere piccoli e grandi problemi legati agli strumenti informatici.

=> Ufficio paper free? No, grazie

Secondo un’indagine promossa da Robert Half negli USA, infatti, gli impiegati sprecano 22 minuti ogni giorno, in media, per occuparsi della tecnologia che non sempre funziona come dovrebbe. In pratica più di 91 ore ogni anno.

Nonostante ciò, il 38% dei dipendenti considera buona l’infrastruttura tecnologica aziendale, ritenuta eccellente dal 27% e molto scarsa (solo) dal 9%.

«La tecnologia – afferma John Reed , direttore esecutivo della Robert Half Technology – è un’arma a doppio taglio nella maggior parte delle aziende, può rappresentare un enorme risparmio di tempo ma può anche causare ritardi se le cose non funzionano bene o le persone non sanno come utilizzare gli strumenti che hanno in dotazione.»

I responsabili IT possono supportare le risorse umane ed evitare sprechi tempo cercando di migliorare la comunicazione, incoraggiando i professionisti che si occupano degli strumenti informatici a condividere con i dipendenti alcune tecniche e metodi per prevenire i problemi più comuni, assicurandosi che i lavoratori siano istruiti dal punto di vista delle possibili criticità informatiche fin dal loro primo giorno in azienda.