La carriera della donna

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Spesso la carriera di una donna non sembra un percorso normale al contrario di quella di un uomo, ecco le problematiche ancora oggi delle donne.

Sul lavoro si è sempre stati abituati ad ascoltare racconti su gloriose carriere da parte di uomini, la carriera delle donne era al contrario quasi una stranezza.

=> Un boss donna per il 33% dei lavoratori europei 

Per quanto entrambi i percorsi possono far parlare, la differenza si trova proprio nei contenuti, la donna per conquistare la sua carriera deve letteralmente lottare, l’uomo vive il tutto come un percorso ovvio e naturale.

=> Le donne che non vogliono fare carriera 

Per lottare si intende la continua necessità di farsi notare, rispettare, conoscere e far capire sempre e continuamente le proprie potenzialità. Tutto questo non è nulla di positivo, in quanto da una parte è giusto dare conferme sul lavoro per la propria professionalità, ma dall’altra parte non deve diventare un elemento di tutti i giorni. Spesso questa problematica è presente sopratutto nel primo periodo di lavoro, quando tutto l’ambiente lavorativo intorno deve conoscere il nuovo lavoratore, dopo svanisce, ma spesso solo per gli uomini.

=> Figli e carriera: donne vs uomini

Ma le perplessità sulla carriera della donna, non sono altro che i dubbi su una possibile conciliazione lavoro-famiglia, ma anche in questo la visione è altamente chiusa e limitata. La donna deve quindi obbligatoriamente rinunciare ad una dei due aspetti, e ovviamente dovrebbe rinunciare al lavoro, una visione molto presente nel passato e diffusa ad oggi anche nel presente. Ovviamente sono cambiati i modi e anche i divieti, ma comunque rimangono le problematiche e i pregiudizi.

=> Il lavoro tra uomini e donne

Oggi la donna può lavorare e cercare anche di rivendicare i propri diritti, ma comunque deve lottare per qualcosa che dovrebbe essere ovvio come per l’uomo. Spesso le differenze che si vanno a creare nell’ambiente di lavoro sono evidenti, anche molteplici statistiche lo hanno provato, più manager uomini, stipendi in paragone più alti, progetti di rilievo assegnati agli uomini e fiducia da parte dei dipendenti verso un superiore, sempre più alta per gli uomini. Anche per questi motivi le donne vogliono e devono far carriera, anche di fronte milioni di difficoltà ed ostacoli, aiutate dalle molteplici battaglie per portare ad un’equa valutazione, e retribuzione, uomini e donne.