Il viaggio per un professionista

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Viaggi d'affari ci pensa l'esperto, ecco chi è il travel manager.

I viaggi d’affari sono sempre stati molto importanti per le aziende, con gli anni sono anche nati ruoli utili proprio per organizzare e pianificare al meglio una trasferta.

Otto must per il travel manager

Il travel manager molto spesso viene identificato solo come colui che gestisce la trasferte di lavoro all’estero, ma questa descrizione è molto riduttiva e poco precisa, il travel manager è diventato con il passare degli anni un lavoro molto più complesso. Spesso il riconoscimento di questo ruolo, insieme alla stipendio, non è sempre equilibrato in paragone al lavoro che svolge il travel manager. Nello specifico organizzare una trasferta di lavoro inoltre sembra un lavoro facile, ma il travel manager per concludere al meglio questa operazione deve contenere i costi che l’azienda richiede, deve poi essere sempre aggiornato sulle soluzioni tecnologiche, utili per semplificare e ottimizzare i trasferimenti e i soggiorni. I sintesi deve:

  • procedere all’acquisto strategico di servizi di viaggio, ferrovia, aereo, prenotazioni di hotel e vetture a noleggio;
  • creare una fatturazione completa delle spese di viaggio;
  • organizzare un percorso di meeting, incentive, incontri, congressi e altri viaggi di gruppo;
  • essere disponibili all’azienda su qualsiasi tipo di problematiche legate al settore del business travel management.

Una app per i travel manager

Infine, come detto il precedenza, per quanto riguarda la retribuzione si può dire che circa il 39% dei travel manager italiani percepisce uno stipendio lordo annuo che va da 30 a 50mila euro e il 28% non supera i 30mila. Per quanto riguarda l’inquadramento, più della metà il 57,9% sono impiegati, mentre solo il 29% sono quadri.

I Video di PMI

Come scegliere il contenuto giusto sui social