Le retribuzioni in Italia

di Teresa Barone

scritto il

Fotografia delle retribuzioni a livello europeo: italiani nella media ma con poco potere di acquisto.

Quanto vale lo stipendio degli italiani? Sebbene le retribuzioni siano in linea con quanto avviene nel resto dell’Europa, il potere d’acquisto è molto limitato, stando a quanto emerge dall’indagine Global 50 Remuneration Planning promossa dalla Willis Towers Watson.

=> Stipendi italiani a confronto

Il report informa sui compensi medi percepiti dagli italiani nei vari livelli: se per un middle manager la retribuzione si aggira intorno ai di 69mila euro annui, un entry level deve accontentarsi di 25.500. L’Italia, quindi, si colloca al quattordicesimo posto nella classifica retributiva lorda che raggruppa venti Stati europei.

A limitare fortemente il potere d’acquisto, tuttavia, è il costo della vita e la pressione fiscale che grava sui lavoratori, tanto da ridimensionare la graduatoria collocando i middle manager al diciassettesimo posto della lista, con una retribuzione media che si aggira intorno a 43mila euro.

=> Dirigenti PA, stipendi a confronto

A vantare retribuzioni più elevate a livello europeo, invece, è la Svizzera, che vanta anche un notevole potere d’acquisto da parte dei lavoratori.

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari