Stipendi in Italia, da Nord a Sud

di Teresa Barone

scritto il

Quanto guadagnano i lavoratori dipendenti in Italia nelle varie zone della penisola.

La città italiana che garantisce ai lavoratori dipendenti stipendi più alti è Bolzano: lo si evince dalla seconda edizione del rapporto “Le dinamiche del mercato del lavoro nelle province italiane” stilato dall’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro.

=> Stipendi italiani a confronto

Non solo Bolzano vanta il tasso di disoccupazione più basso, ma le retribuzioni raggiungono i 1.476 euro mensili contro una media nazionale pari a 1315 euro.

Un primo posto notevole che vede comparire nelle immediate vicinanze Varese (1.471 euro), Monza e Brianza (1.456 euro), Como (1.449 euro), Verbano CusioOssola (1.434 euro), Bologna (1.424 euro) e Lodi (1.423 euro).

In generale, le città del Nord sembrano vantare stipendi superiori, tanto che per scorgere la prima provincia del Centro e del Sud nella graduatoria è necessario attendere fino alla cinquantacinquesima posizione, occupata dall’Aquila. Fanalino di coda è Ascoli Piceno, con 925 euro.

=> Dirigenti PA, stipendi a confronto

Per quanto riguarda le differenze retributive tra i due sessi, il documento riporta:

«Se prendiamo in considerazione tutti gli occupanti dipendenti (full time e part time), vediamo che un terzo delle donne alle dipendenze (in tutte le ripartizioni) risulta occupata con contratti a tempo ridotto. Questa incidenza, deprime di molto il contributo del reddito da lavoro delle donne, portando le differenze retributive al 19,2% fra maschi e femmine (il dato dei soli dipendenti a tempo pieno fa registrare nel 2016 un differenziale fra maschi e femmine del 9,2%).»

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari