Franchising emozionale per il successo

di Chiara Basciano

scritto il

Utilizzare marchi esistenti per creare imprese funzionanti e coinvolgenti.

Affidarsi al franchising per mettere su un’impresa ha molto vantaggi nonostante alcuni vincoli. Lo dimostrano i numeri in costante crescita del settore. Ultima frontiera del Franchising è quello emozionale, capace cioè di esportare un modello basato su sensazioni che risultino ripetibili eppure uniche nel contesto in cui si vengono a trovare.

=> Scopri le opportunità del franchising

Lo dimostra l’esperimento fatto da Marco Falsarella, Claudia Serafini e Luca Iacoponi, fondatori di International Beach Club, che hanno affermato «I nostri format basano il loro successo sull’unicità delle emozioni. Noi non ci limitiamo a vendere un aperitivo. Proponiamo ogni volta un’esperienza unica, diversa da quella che si può vivere in altri luoghi. Per questo abbiamo deciso di puntare su un Franchising che facesse esattamente di questo il suo punto forza. A giudicare dai dati dell’ultima stagione e dai riconoscimenti prestigiosi ci stiamo muovendo nella direzione giusta».

=> Vai ai migliori settori del franchising

International Beach Club ha riproposto nel ravennate due modelli di locali già esistenti a Fregene, dimostrando come l’industria del divertimento sia propensa a sfruttare le potenzialità del Franchising emozionale. Particolarmente interessante l’esportazione del Made in Italy all’estero che attraverso il Franchising trova il suo modello preferenziale. A fare da traino è il settore Food&Drink, basti pensare che solo sul suolo italiano, nel corso del 2015, il volume d’affari ha raggiunto 23,306 miliardi di euro, con Lombardia (7831 realtà economiche) e Lazio (5767) ai primi posti per numero di imprese.