Reti aperte: dove va la digitalizzazione

di Chiara Basciano

scritto il

Open networking per favorire il business, questa la nuova strada della rivoluzione digitale.

Solo fino a ieri parlare di Big Data e Cloud faceva sentire i manager nel futuro, ma lo scenario digitale cambia rapidamente e se queste appaiono fatti assodati la strada da percorrere è ancora lunga.

=> Vai a lavoro e digitalizzazione

Come sottolineato da Gerard Allison, senior vice president EMEA di Juniper Networks «I megatrend come il cloud, l’Internet delle Cose, i big data e la mobilità della forza lavoro che stanno accompagnando la trasformazione digitale fanno sì che la rete non possa più essere giudicata solo in termini di prestazioni e capacità e nemmeno che venga considerata solo “ferraglia”. Le organizzazioni, invece, se vogliono sopravvivere alla rivoluzione digitale che sta alla base di questi trend, devono realizzare un’infrastruttura capace di offrire reali vantaggi di business. Juniper è convinta che il networking aperto e intelligente – comprendente elementi come la sicurezza software-defined, l’automazione, l’innovazione collaborativa e la vera interoperabilità – sia la risposta strategica dell’IT alla domanda dell’impresa di trasformazione e di successo sul lungo periodo».

=> Scopri i vantaggi della digitalizzazione

Queste affermazioni trovano valore nei dati presenti nella ricerca condotta proprio da Juniper Networks, infatti l’82% degli intervistati si identifica nella situazione in cui le necessità dell’azienda richiedono un’evoluzione di rete, creando nuove sfide per la funzione IT, mentre ben il 93% dichiara che la sua azienda si affida a un’ infrastruttura di rete innovativa e flessibile per sostenere le performance aziendali nello scenario competitivo odierno, confermando che il trend digitale si è ormai ampiamente affermato.

In generale si mostra grande interesse nei confronti dell’open networking e se l’83% degli intervistati esprime il proprio supporto per queste iniziative, il 50% crede che il CIO si trovi nella posizione ideale per introdurre l’open networking in azienda, mentre il 29% ritiene che l’obiettivo possa essere realizzato da team strategici interfunzionali.

=> Leggi sette passi nel digitale

Per ovviare a possibili problematiche, che lascia scettico il 43%, si individua nell’adozione degli standard una possibile soluzione (per il 45%) ma anche nella maturazione della tecnologia (per il 47%). In generale però il clima è positivo e il 78% è convinto che l’open networking rappresenti un approccio più flessibile all’IT e più in linea con gli obiettivi di business.

I Video di PMI