Google e il dominio della pubblicità

di Paolo Iasevoli

scritto il

Big G sembra insaziabile. Non basta il successo di AdWrods, nè la recente acquisizione di DoubleClick: anche FeedBurner sta per entrare nella scuderia di Mountain View

La pubblicità online potrebbe subire ulteriori sconvolgimenti. Google, già dimostratosi dominatore del mercato, si appresta a spostarne ulteriormente gli equilibri.

L’annuncio potrebbe essere a prima vista innocuo: Big G comprerà FeedBurner per 100 milioni di dollari. Nonostante si tratti di uno dei più diffusi aggregatori di RSS, la cifra è niente rispetto a quella sborsata per acquistare DoubleClick, concessionaria di pubblicità online pagata 3,1 miliardi.

Proprio dalla combinazione di questi 2 elementi potrebbe emergere un’arma formidabile, che farebbe di Google un player ancora più temibile nell’online advertising. Lo scenario che va configurandosi vede Google raccogliere annunci pubblicitari tramite AdWords (testuali) e DoubleClick (visivi), pubblicandoli sui siti affiliati, nella pagina dei risultati di ricerca e negli RSS di FeedBurner.

Con molta probabilità una simile macchina da guerra genererà anche sinergie a beneficio di tutti i navigatori, permettendo a Google di ottimizzare i meccanismi di ricerca e catalogazione dei feed.