M-commerce, l’e-commerce mobile spopola in Italia

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

L'Italia rappresenta un habitat ideale per la diffusione dell'm-commerce; per i venditori professionali diventa quindi importante ottimizzare i loro siti per accogliere il cambiamento.

L’Italia è un terreno favorevole all’espansione dell’m-commerce, visto l’elevato utilizzo degli smartphone e la propensione degli italiani agli acquisti in mobilità. Per i venditori professionali diventa quindi importante ottimizzare il proprio sito per accogliere al meglio questo cambiamento nel modo di pagare.

=> Leggi le migliori strategie per l’e-commerce

È quanto emerge da una recente ricerca commissionata a GfK Eurisko da PayPal.

Tra gli indicatori emersi dalla ricerca e in grado di testimoniare le potenzialità del commercio via mobile in Italia, c’è proprio la grande diffusione degli smartphone: il 30% degli intervistati possiede uno smartphone e di questi il 45%, dichiara di non poterne fare a meno, neppure per una sola giornata.

=> Scopri i migliori smartphone per il business

Ben 7 su 10 hanno utilizzato la rete negli ultimi 3 mesi, mentre quasi 4 su 10 lo hanno fatto tutti i giorni (37%); il bisogno di essere sempre online e connessi ha posto quindi le basi per un cambiamento profondo nel modo con cui gli italiani possono effettuare i loro acquisti.

 => Consulta la tecnologia NFC per i pagamenti in mobilità

Le potenzialità dell’m-commerce sono ulteriormente incrementate dalla consapevolezza da parte degli italiani di poter effettuare acquisti via mobile: circa il 67% dei possessori di cellulare (circa 7 su 10 dai 18 ai 64 anni e quasi l’80% fra i possessori di smartphone) sono infatti a conoscenza della possibilità di fare acquisti mobile.

Nell’analizzare la propensione futura ad effettuare acquisti online tramite mobile, la ricerca evidenzia come circa 2 italiani su 10 siano propensi ad effettuare acquisti tramite mobile nel prossimo futuro (18%), quota che sale ad un terzo degli intervistati tra i possessori di smartphone dai 18 ai 64 (34%).

In questo contesto, diventa importante per i venditori professionali italiani ottimizzare il proprio sito all’acquisto via mobile per rispondere alla crescente domanda degli utenti; scelte mirate in questa direzione possono semplificare sensibilmente il percorso di acquisto, aumentano così il “tasso di conversione del carrello”.