Credito assunzioni, comunicazione C/IAL entro il 31 marzo

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Bonus assunzioni: scade il 31 marzo l'invio del modello di comunicazione C/IAL da parte dei datori di lavoro, per l'incremento di assunzioni nel 2008, 2009 e 2010.

Scadenza 31 marzo per la presentazione della comunicazione che i datori di lavoro devono effettuare per usufruire dell’agevolazione “bonus assunzioni“, che spetta per quelli operativi nelle aree svantaggiate del Paese che negli anni 2008, 2009 e 2010 abbiano incrementato le assunzioni di personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato rispetto al 2007 presentando domanda entro il 31 gennaio 2009 (ottenendo così l’attribuzione, anche parziale, del bonus per i tre anni).

Il modello di comunicazione C/IAL deve essere inviato per via telematica e questa è l’ultima occasione per usufruire del beneficio fiscale.

Il credito d’imposta va indicato nella dichiarazione dei redditi 2010 nel quadro RU, è utilizzabile esclusivamente in compensazione con il modello F24 indicando il codice 6807 ed è pari 333 euro mensili per ogni lavoratore assunto (416 euro per ogni lavoratrice donna impiegata).

Perché venga riconosciuto il beneficio è necessario che sia stato mantenuto nel triennio il livello occupazionale raggiunto, superiore a quello medio del 2007 comprovabile dall’Agenzia delle Entrate mediante invio della comunicazione con il numero complessivo dei dipendenti a tempo indeterminato, determinato, part-time o di formazione lavoro.

Il bonus assunzioni non è cumulabile con altri aiuti di Stato o interventi comunitari a sostegno dell’occupazione, pena la decadenza del contributo concesso e l’applicazione di apposite sanzioni.

I datori di lavoro possono essere non solo imprese ma anche liberi professionisti, lavoratori autonomi, società di persone, di capitali, cooperative e persone fisiche, purché residenti nelle regioni Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Basilicata, Sardegna, Abruzzo e Molise.

____________________

DOCUMENTI E ARTICOLI CORRELATI

I Video di PMI

Le agevolazioni previste tramite ISEE