Tratto dallo speciale:

Unico 2010, niente proroga per le scadenze fiscali

di Noemi Ricci

scritto il

Nessuna proroga nella presentazione delle dichiarazioni 2010: la data di riferimento rimane il 30 settembre anche dopo lo slittamento al 5 ottobre degli invii web, causa guasto tecnico. Fugando i dubbi, si cofermano dunque le scadenze tradizionali

Attenzione alle scadenze fiscali per quanto concerne gli adempimenti che fanno riferimento all’invio telematico con scadenza 30 settembre: nei giorni scorsi il Fisco aveva concesso tempo fino al 5 ottobre per l’invio dei modelli, a causa di un disservizio informatico. A seguito dei dubbi interpretativi, ora precisa che non non è una proroga ma un semplice slittamento.

I contribuenti dovranno continuare a far riferimento al 30 settembre come scadenza per tutti gli adempimenti fiscali aventi scadenza successiva a tale data e connessi al termine di presentazione delle dichiarazioni 2010.

Trattandosi infatti di difficoltà oggettive registrate dal Fisco, questo ha dovuto riconoscere la possibilità di trasmettere i modelli con qualche giorno di ritardo senza applicazione di alcuna sanzione, ma senza far slittare la data di riferimento.

Un esempio? Chi non ha presentato il modello UNICO 2010 entro la data prevista del 30 settembre (o meglio il 5 ottobre), dovrà rimediare alla propria mancanza entro il 29 dicembre. In caso contrario il Fisco la riterrà dichiarazione omessa.

Dunque le dichiarazione presentate entro il 5 ottobre sono considerate in regola, ma non lo saranno quelle che arriveranno dopo il 29 dicembre.

I Video di PMI

Aliquote IRPEF e scaglioni di reddito